Blog

HomeNotizieTraction Management, una startup per accelerare le startup

Traction Management, una startup per accelerare le startup

Mediamente, nove startup su dieci falliscono. E le aziende italiane che sopravvivono al quinto anno di attività sono poco più del 60%. I motivi cui imputare il fallimento sono certamente diversi, considerando che ciascuna azienda ha la propria storia ed il proprio vissuto. Allora, uno strumento per riuscire ad accelerare le startup in maniera efficace arriva proprio da un’altra startup. Si chiama Traction Management ed è una startup fondata da esperti che hanno deciso di mettere in campo le loro capacità e competenze a servizio dei giovani imprenditori. L’idea è che la traction sia la chiave per generare una crescita, sotto diversi aspetti.

Come ha ben sottolineato Francesco Geraci, CEO e founder di Traction Management, «Generare traction per le startup è un motore di business che contribuisce a sviluppare e consolidare il sistema delle imprese nel nostro paese. Per questo siamo al fianco di numerose iniziative fin dal loro avvio e continueremo a supportare quelle idee imprenditoriali, valide e sostenibili nel tempo, che arrivano da giovani di talento che vogliono cambiare il mondo».

Ad oggi, questa innovativa startup che aiuta ad accelerare le startup, segue e supporta la crescita di oltre 25 piccole realtà imprenditoriali. A queste, offre servizi di consulenza ed assistenza da parte di Traction Experts, che verificano le strategie di ciascuna di esse e impostano i dovuti aggiustamenti. Inoltre, mette a disposizione dei Traction Tools, strumenti che consentono di ottenere liste di possibili investitori, analisi di massima sulla probabilità di successo della startup e infine – più rilevante tra gli altri – un tool per risolvere problematiche di marketing che le startup devono affrontare nella fasi iniziali di sviluppo.

Cos’è la traction e come aiuta ad accelerare le startup

Molte nuove imprese e startup hanno spesso difficoltà ad avviarsi e svilupparsi. Trovare un capitale sufficiente per finanziare un’azienda in via di sviluppo e mantenerlo “attivo” può essere difficile per un’azienda che non ha avuto il tempo sufficiente per mettersi alla prova ed operare all’interno del mercato.

È proprio grazie alla traction che le imprese di nuova costituzione possono attrarre potenziali investitori e ottenere un vantaggio competitivo nel loro settore specifico.
In sostanza, la “trazione” è la capacità di un’azienda di fare presa sul mercato, di guadagnare visibilità e, di conseguenza, acquisire un’utenza (investitori e clienti) coinvolta e interessata ai suoi prodotti e servizi. Il tutto, ovviamente, utilizzando specifiche strategie, con un occhio al cambiamento, per individuare i canali più adatti alla acquisizione di clienti e di lead.

La traction, quindi, si riferisce a quanto una startup sia in grado di progredire e a quanto riesca a mantenere lo slancio iniziale durante il processo di crescita.
Non c’è una modalità univoca per misurarla. Solitamente, le aziende utilizzano la percentuale dei clienti acquisiti e l’ammontare delle entrate come indicatori del loro successo.

Il ragionamento che risiede alla base dello sviluppo della traction, dunque, è quello di accelerare le startup, aiutando a far crescere il business man mano che gli obiettivi aziendali specifici vengono raggiunti.
Sebbene possa sembrare un concetto puramente astratto, riveste una certa importanza nell’agevolare l’azienda a capire che posizione occupa, nel proprio settore specifico, e dove vorrebbe arrivare.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet