Blog

HomeMobileRete Wifi Italia: un solo account per tutti i Wifi pubblici

Rete Wifi Italia: un solo account per tutti i Wifi pubblici

Luglio porta grosse novità per quanto riguarda la rete wifi nel nostro paese. Giovedì 13, infatti, è nata ufficialmente WiFi.Italia.it, una rete per fare rete, la rete pubblica e gratuita che sarà via via presente su tutto il territorio nazionale. L’obiettivo è quello di mettere insieme il maggior numero possibile di wifi pubbliche e private, così da avere un sistema unico di accesso gratis e disponibile sia per i cittadini che per i turisti. Un unico strumento dunque, fatto da una moltitudine di reti locali.

Come funziona

Per usufruire della rete è necessario prima di tutto scaricare una app e registrarsi per accedere così agli hotspot federati. Il vantaggio – e la novità maggiore – è che non ci sarà bisogno di rifare la procedura a ogni nuovo accesso, basterà farlo la prima volta. Al momento l’applicazione è disponibile in versione Apple e Android.

Dopo essersi registrati, l’applicazione crea di default un’impostazione di rete ad hoc per la connessione al network pubblico; direttamente da qui è possibile controllare la copertura. A oggi i punti di accesso sono ancora pochi, poiché non sono molti coloro che hanno deciso di aderire in via sperimentale: i comuni di Milano, Roma, Firenze, Prato, Bari; le province di Firenze, Trento e Roma; le regioni Toscana ed Emilia Romagna. Inoltre è presente la copertura della Via Francigena. Mancano ancora moltissime località a vocazione turistica.

rete wifi cellulari

Il grosso dell’iniziativa – voluta dal ministero dello Sviluppo Economico e da quello del Turismo – è stato fatto, ma il cammino è ancora lungo. Il prossimo step sarà l’implementazione della rete wifi Italia nelle aree urbane e turistiche più importanti, oltre all’integrazione nel sistema di tutte le reti locali già esistenti. C’è poi da lavorare sulle istituzioni. Il progetto infatti potrebbe avere diversi risvolti e costituire un’ottima opportunità. Ad esempio i musei e gli spazi culturali potranno prevedere il servizio di prenotazione e acquisto dei biglietti, gli enti locali potranno dare informazioni utili ai turisti. Il progetto non esclude poi i privati, che a loro volta potrebbero entrare nella rete e offrire altri servizi.

Un altro punto su cui si insiste molto è la collaborazione delle persone. La rete WiFi.Italia.it stimola di fatti gli utenti: ” Se non trovi nessuna rete vicino a te, fai sentire la tua voce e invita la tua amministrazione ad entrare a far parte del progetto WiFi°Italia°It“.

La rete wifi come volano turistico

Una volta implementata, la rete wifi Italia può rivelarsi preziosa specialmente per il settore turistico, sia dal punto di vista della gestione, sia della profilazione. Va da sé che avere a disposizione una rete capillare equivale a disporre di informazioni e dati utili per capire le esigenze, i gusti, i tempi, i modi, gli itinerari delle persone durante i loro soggiorni in Italia. I big data potrebbero quindi non solo semplificare la vita digitale ai cittadini, ma allo stesso tempo rafforzare la competitivà del nostro paese.

Le premesse ci sono, ma il lavoro deve proseguire.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet