Blog

HomeNotizieLithomobilus: la piattaforma e-book per una lettura “aumentata”

Lithomobilus: la piattaforma e-book per una lettura “aumentata”

Un’app per iPhone e iPad che potrebbe rivoluzionare l’editoria digitale e non solo. Si chiama Lithomobilus, una piattaforma ebook in grado di “aumentare” l’esperienza di lettura.  L’idea è di Lise Quintana, editor, scrittrice e fondatrice della startup Narrative Technologies.
Lo scopo è quello di creare un ebook ideale che consenta al lettore di avere un certo controllo sulla fruizione di un testo. Secondo la Quintana, il libro ideale sarebbe costituito da una serie di linee narrative parallele e autonome, una per ogni personaggio, così da consentire a chi legge di scegliere come percorrere la storia. Ciò ovviamente costituisce una sfida non da poco per gli scrittori, che non solo dovrebbero concepire più romanzi in uno, ma soprattutto fare i conti con la possibilità/probabilità che il lettore decida di saltare intere parti del libro, che magari hanno richiesto un gran lavoro.
Proprio per una più che probabile resistenza degli autori e quindi per la difficoltà di trovarne abbastanza, non è detto che la rivoluzione possa riuscire. Inoltre, anche i lettori potrebbero andar cauti nel prendersi la responsabilità di gestire la “rotta” della narrazione.
C’è da dire, comunque, che Lithomobilus non è stato creato solo per supportare nuovi format letterari, ha anche lo scopo di “aumentare” i testi esistenti. Il che significa che autori ed editori potrebbero usare la piattaforma per allegare contenuti extra a pagamento, dai commenti dell’autore, ai capitoli tagliati, all’opinione di un critico. Ma l’impostazione potrebbe funzionare anche per stravolgere la tradizionale fruizione di alcune opere.
A questo proposito, Lise Quintana fa l’esempio di Games of Thrones : “Quei libri sono suddivisi in capitoli che alternano differenti punti di vista. E inevitabilmente, va a finire che preferisci leggere la storia di un personaggio piuttosto che quella di un altro, e che alcuni capitoli ti risulteranno noiosi. Che problema c’è se vuoi esplorare solo una parte di Westeros? Ai lettori piace avere la facoltà di decidere come fruire una narrazione.”

Scritto da

Giornalista ed esperto in comunicazione, è affascinato dal variegato universo delle start-up del web, che è al centro, non di rado, dei suoi sforzi e delle sue velleità creative.