Blog

HomeNotizieL’impatto degli algoritmi sulla società: ad ottobre a Milano c’è State of the Net 2015

L’impatto degli algoritmi sulla società: ad ottobre a Milano c’è State of the Net 2015

Una due giorni alla scoperta del mondo degli algoritmi e della loro influenza sulle nostre vite. E’ ciò che propone l’appuntamento annuale State of the Net, che quest’anno si terrà eccezionalmente a Milano, e non a Trieste come al solito, il 4 e 5 ottobre.
Gli organizzatori Beniamino Pagliaro, Paolo Valdemarin e Sergio Maistrello hanno deciso di puntare su Milano per via di Expo 2015, che sta richiamando visitatori dall’intero pianeta. L’evento avrà luogo presso l’UniCredit Pavilion.
Ad animare il dibattito intorno al tema portante dell’edizione 2015, ovvero l’algoritmo, saranno esperti internazionali, i quali andranno ad esplorare l’importanza e l’impatto delle formule che decidono quello che visualizziamo nei motori di ricerca, così come nella nostra personale homepage di Facebook, o l’apparizione di banner pubblicitari targhettizzati. Soluzioni in grado di moltiplicare velocità e meccanismi con un grado di efficienza e di efficacia impensabili, per effettuare migliaia di transazioni finanziarie al secondo, e creare una moneta virtuale. Nuovi prodotti e software nascono grazie alla capacità dell’uomo di ideare algoritmi utili alla conoscenza e alla soluzione di problemi con immediatezza e precisione. Un meccanismo pervasivo che richiede trasparenza e morale, e che necessita una riflessione per comprendere come influenza l’evoluzione della società come la viviamo oggi. Sarà possibile scoprire e discuterne con speaker di portata internazionale, che verranno annunciati nelle prossime settimane.
Anche nel 2015, State of the Net sarà un evento a ingresso gratuito grazie al sostegno dei partner che credono e rendono possibile il progetto. Per registrarsi e conoscere tutti i particolari dell’evento, basta andare sul sito sotn.it.

Scritto da

Giornalista ed esperto in comunicazione, è affascinato dal variegato universo delle start-up del web, che è al centro, non di rado, dei suoi sforzi e delle sue velleità creative.