Blog

HomeNotizieInnovazione digitale a Roma con Maker Faire, fiera degli artigiani digitali

Innovazione digitale a Roma con Maker Faire, fiera degli artigiani digitali

Per chi ha fatto del “Do It Yourself” una filosofia di vita e di carriera lavorativa, il prossimo Dicembre si aprirà all’insegna delle nuove tecnologie con la quinta edizione della Maker Faire-The European EditionLa fiera della innovazione digitale, dedicata a professionisti, amatori, artigiani delle nuove tecnologie – i cosiddetti maker – si svolgerà presso Fiera di Roma dall’1 al 3 Dicembre, in uno spazio espositivo di oltre 100 mila metri quadrati, suddivisi in sette padiglioni.

Si tratta di una manifestazione che vuole promuovere l’innovazione ed il fare impresa, in Europa, con attenzione posta specificamente al settore dell’artigianato digitale. Come spiega Alessandro Ranellucci – coordinatore esecutivo contenuti Maker Faire – il tema di quest’anno è incentrato sulla Impresa 4.0, perché «vogliamo mettere in evidenza come le nuove tecnologie possano essere impiegate in ogni settore d’impresa: nell’agricoltura, nella produzione di cibo sano, e in molti altri ambiti»

Ente promotore ed organizzatore dell’iniziativa – in collaborazione con la Regione Lazio – è la Camera di Commercio di Roma, a cui si affiancano diversi partner di rilievo, tra cui Eni, Gruppo Bnl – Artigiancassa, Trenitalia, Leroy Merlin.

La Maker Faire, in sostanza, racconta i maker di oggi e quanto di meglio è offerto dalle tecnologie DIY. Ma punta a disegnare lo scenario di domani, offrendo la possibilità di scegliere e combinare nel modo migliore l’esperienza passata e presente.

Sette ambiti per la innovazione digitale artigianale

Ciascuno dei sette padiglioni della Maker Faire sarà dedicato ad un tema specifico. Si va dai droni volanti, terrestri ed acquatici, insieme ai mezzi di trasporto innovativi (Move), ai progetti dedicati alla vita in tutte le sue forme (Life/Robots).

Passando poi al settore domotica, giochi, wearable, e tutto ciò che di interattivo si può trovare nel gran calderone dell’innovazione digitale (Interactive); alla manifattura artigianale, al riciclo e riuso, anche con l’utilizzo di stampanti 3D o bracci robotici (Fabrication).

Ancora, spazi che presentano progetti speciali sui temi dell’agricoltura, del food, dell’arte, della musica (Food/Music/Art), accanto a vere e proprie opere d’arte realizzate con combinazioni di luci (Light&Darkness).

Su tutti, campeggia il padiglione dedicato ai più giovani (Young Makers), dove bambini e ragazzi potranno seguire workshop, oltre che svolgere attività creative e ricreative. Uno spazio di oltre ottomila metri quadrati, curato e gestito da Codemotion Kid, in cui anche e soprattutto l’aspetto educativo avrà un ruolo fondamentale. Dieci isole didattiche coinvolgeranno i piccoli partecipanti in sfide durante le quali potranno diventare dei veri e propri creatori di tecnologia, lavorando con gli strumenti del mestiere, come artigiani della futura innovazione digitale.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet