Blog

HomeNotizieIl portale che ti connette col mondo

Il portale che ti connette col mondo

Il portale Connexun®, nato dalla collaborazione tra l’Università di Milano-Bicocca e l’omonima start-up, permette a chi si trova all’estero di trovare informazioni rilevanti per il lavoro, gli affari o il tempo libero di uno specifico Paese. Analizza in un mese oltre 1.600.000 punti di interesse.

La novità di Connexun® è costituita da CuPiD (Cultural POI Discovery & Profiling), ultimo sviluppo del motore semantico B.I.R.B.AL® (Brilliant Information Research Bigdata ALgorithm), cuore del portale. Questa nuova componente, realizzata dal gruppo di ricerca guidato da Carlo Batini e Matteo Palmonari presso il Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione (DISCo) dell’Ateneo, è in grado di recuperare dalla rete svariati punti di interesse collegati a un determinato Paese mentre ci si trova all’estero, dalla ristorazione al business, agli eventi culturali. Nell’arco di poco più di un mese, CuPiD ha analizzato più di 1.600.000 punti di interesse in Italia e India, i primi due Paesi coinvolti nel progetto.

Il risultato concreto di questo progetto è visibile nella sezione Around del sito www.connexun.com. In tale sezione, partendo da un preciso punto geografico, vengono segnalati sulla mappa tutti i punti di interesse legati all’India presenti in Italia e, viceversa, tutti i punti di interesse legati all’Italia presenti in India. In altre parole, tutto ciò che è India in Italia e Italia in India. Chi viaggia o vive all’estero può così ritrovare ovunque un po’ di se stesso e degli interessi legati al suo Paese di origine, dagli affari al tempo libero. O scoprire luoghi di interesse legati alla cultura di un Paese di cui si è appassionati.

Obiettivo futuro della piattaforma, attualmente attiva in inglese, italiano e portoghese, è di allargare il campo della ricerca e dell’analisi dei punti di interesse ad altre nazioni come Canada, Brasile, Cina, Russia, e poter così coinvolgere più comunità di persone in tutto il mondo, come già accade per altre aree del portale.

«Questa collaborazione – spiega il prof. Carlo Batini,responsabile scientifico del progetto – è un ottimo esempio di rigorosa attività di ricerca che trova una concreta applicazione nell’analisi semantica e selezione di dati dal mare magnum di informazioni presenti nel web. Questo motore, infatti, risponde alle sfide lanciate dalle “3V” dei Big Data: Volume, Velocità, Varietà. La ricerca ha poi una rilevanza sociale non indifferente, in quanto è orientata a mettere in contatto, in prospettiva, comunità di tutti i Paesi del mondo».

 

 

Tags dell'articolo - , , ,

Scritto da

Giornalista ed esperto in comunicazione, è affascinato dal variegato universo delle start-up del web, che è al centro, non di rado, dei suoi sforzi e delle sue velleità creative.