Blog

HomeNotizieIl nuovo fondo fintech di Digital Magics

Il nuovo fondo fintech di Digital Magics

Il fintech viaggia alla grande: secondo il rapporto «Digital disruption – How Fintech is Forcing Banking to a Tipping Point» di Citigroup, gli investimenti in tecnologia applicata alla finanza sono passati dagli 1,8 miliardi di dollari nel 2010 ai 19 miliardi nel 2015. Gli stanziamenti in startup del settore hanno registrato una crescita del 201% a livello globale nel 2014, con l’Europa e, in particolare, Regno Unito e Irlanda, a fare da capofila.

Applicazioni che permettono di pagare con lo smartphone, mettere da parte i soldi in modo programmato per i propri progetti, scegliere il migliore investimento e che, in generale, facilitano il rapporto con il mondo della finanza sono sempre di più al centro dell’attenzione di grandi investitori, che siano venture capital o istituti di credito tradizionali.

Tra i casi più fortunati ci sono da ricordare sicuramente Satispay, la startup fondata da tre ragazzi piemontesi grazie alla quale si possono effettuare pagamenti dal cellulare collegandosi direttamente al proprio conto corrente, garantendo costi di transazione convenienti anche per gli esercenti, e Moneyfarm, startup lombarda con sede a Milano, Cagliari e Londra che offre consulenze per scegliere l’investimento migliore per raggiungere i propri obiettivi di risparmio o personali.

Digital Magics entra nel business del fintech.

Digital Magics, business incubator tra i maggiori in Italia, quotato sul mercato AIM di Borsa Italiana, ha deciso di entrare con un ruolo da protagonista nel settore fintech, lanciando “Magic Wand”, il primo programma di accelerazione in Italia dedicato ai settori fintech e insurtech, rivolto a startup che siano in early stage e abbiano sviluppando business innovativi e originali per il mercato finanziario e assicurativo, con servizi o prodotti relativi a banking, pagamenti, investimenti, prestiti e anche crowdfunding che siano piattaforme, infrastrutture o strumenti tecnologici di diverso tipo.

Le fasi di selezione, mentorship e sviluppo dei progetti scelti saranno portate avanti dai dieci partner attivi del programma che sono:  BNL Gruppo BNP Paribas, Credito Valtellinese, Ersel Investimenti, Innovation Center di Intesa Sanpaolo, Innogest, Poste Italiane, SellaLab, SisalPay, Società Reale Mutua di Assicurazioni e UBI Banca.

Con “Magic Wand”, Digital Magics ha l’obiettivo di creare un centro di eccellenza italiano grazie ad un’alleanza di sistema tra i più importanti operatori del mercato che possa sostenere e accelerare startup italiane che lavorino su modelli scalabili in grado di competere a livello internazionale per innovare il settore della finanza e delle assicurazioni.

Il programma darà alle startup selezionate la possibilità di beneficiare della mentorship di importanti advisor del mondo finanziario e corporate e di somme di denaro utili per lo sviluppo del loro progetto. I finalisti potranno anche accedere agli investimenti da parte di Digital Magics Innovation Center di Intesa Sanpaolo, Innogest e Sella Ventures.

Le idee dovranno essere inviate entro l’8 dicembre all’indirizzo http://magicwand.digitalmagics.com/

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet