AuthorFabio Carlini

HomeArticles Posted by Fabio Carlini (Pagina 15)
[addtoany]

Startup pugliese col “vento” in poppa

Si chiama Gianluigi Perrotto. E’ pugliese. E la sua idea piace agli americani. E’, infatti, proprietario di una startup sulla quale alcuni finanziatori d’oltreoceano stanno investendo 5 milioni e mezzo di euro.
L’idea è quella di una mini turbina eolica, ideata dal ragazzo e realizzata grazie a una serie di fortunate coincidenze e a una buona dose di caparbietà.
Tutto comincia su un volo da Brindisi a Roma, durante il quale Gianluigi si trova accanto un imprenditore bresciano di impianti fotovoltaici. Prendendo spunto dell’installazione di pannelli che l’imprenditore stava seguendo in quei giorni a Casarano, gli espose la sua idea di una mini turbina eolica. Di lì a poco nascono i primi prototipi in un capannone a Brescia.
Nel maggio del 2012, Parrotto presenta domanda di brevetto: la sua mini turbina ha una distanza fra albero e vele che le permette di partire anche con pochissimo vento, “arriva ad un picco di potenza di 6 kilowatt con appena 130 rotazioni al minuto”. Nel marzo 2013 nasce la GP Renewable, le iniziali del fondatore nel nome. A Dicembre il primo impianto viene installato in Puglia al prezzo di 13mila euro.
A questo punto sorge il problema di sviluppare l’azienda. Servono soldi.  Ci pensa di nuovo il caso, anche questa volta in aereo, da Brindisi a Milano. Il ragazzo incontra il direttore generale di una grande banca che s’innamora del progetto e il giovane startuppper ottiene un affidamento bancario sufficiente a partire.
A fine gennaio 2014, grazie al finanziamento di cinque milioni e mezzo di un misteriosi finanziatori americani avviene la presentazione ufficiale di una nuova società, la Air Group Italy,  della quale il giovane, nato nel 1994, è presidente.
Parrotto non dimentica le sue radici e desidera che la sua azienda dia qualcosa alla sua terra. E sogna che le sue turbine possano essere alla portata di tutti. “Prenderemo capannoni industriali abbandonati a Casarano: le turbine le produrremo lì. Ma non solo: vogliamo creare un polo di startup innovative in Salento. Spazi e consulenza li metteremo a disposizione gratis. La turbina diventerà come una lavatrice, un elettrodomestico alla portata di tutti”.

[Immagine presa da Facebook]

Continua a leggere
[addtoany]

DaoNews cerca uno sviluppatore: che fai, ti candidi?

DaoNews, partner principale di DaoCampus, è una startup innovativa che opera nell’ambito dell’editoria online. In virtù della fase di forte crescita che sta attraversando, ha bisogno di forze nuove per il proprio settore sviluppo: un web developer con conoscenze PHP/MySql/Wordpress.
Le principali competenze richieste sono:
– Ottima conoscenza e capacità di programmazione in PHP;
– Ottima conoscenza di Html, CSS e javascript/jQuery
– Ottima conoscenza DB MySql Sono gradite la conoscenza di sviluppo su WordPress e la conoscenza della SEO.
La ricerca è rivolta a persone molto motivate e con grande passione per la programmazione e per il web. L’attitudine al lavoro in team, oltre che in autonomia, la capacità di problem solving e la continua ricerca di soluzioni innovative e orientate al futuro sono altre caratteristiche molto apprezzate dall’azienda
La sede di lavoro è a Pisa, il titolo richiesto è il diploma di maturità, mentre il contratto offerto è a tempo determinato. Gli interessati (ambosessi) possono inviare il proprio dettagliato curriculum (con indicazione dell’autorizzazione al trattamento dei dati personali e degli eventuali dati sensibili ai sensi del decreto legislativo n. 196/2003) via posta elettronica all’indirizzo job@daonews.com.

Continua a leggere
[addtoany]

Daocampus: feste in startup…Auguri a tutti!

Il team DaoCampus vi augura un felice Natale
e un 2015 pieno di lavoro (magari condiviso…) e buone idee (meglio se innovative…).

I nostri spazi non aspettano che voi e i vostri progetti!

Intanto, siete invitati all’open party prenatalizio di venerdì pomeriggio (19 dicembre), a partire dalle 16:30, nei nostri uffici.

Non mancate, sarà l’occasione per scambiarci gli auguri e bere qualcosa in compagnia. E, soprattutto, avrete l’opportunità di vedere la nostra struttura e farvi un’idea dei servizi che offriamo.

Se non sarete dei nostri questa volta, venite quando meglio credete, noi vi aspettiamo!

Continua a leggere
[addtoany]

Succede in DaoCampus: il partner DaoNews cresce e lancia la piattaforma per i professionisti dell’informazione

Cambia il mondo. E con esso l’editoria. Anche grazie a DaoNews, startup innovativa del web, partner principale di DaoCampus, che ha annunciato il lancio del progetto DaoSquare, piattaforma digitale al servizio di editori e brand, on air dal 15 dicembre 2014.

daonews_soloDaoNews ha messo a punto un sistema innovativo e completo per dare l”opportunità ad editori e brand di utilizzare il web con la massima efficacia per le proprie campagne. Si chiama DaoSquare e consente, attraverso un’unica piattaforma, facile da utilizzare, intuitiva e personalizzabile, di gestire con pochi click il lavoro di una redazione virtuale:  è possibile creare un blog, un magazine online con app mobile nativa, persino un social network dedicato, e popolare questi canali con articoli e contenuti multitematici, originali e di qualità, scritti “su misura” da blogger, giornalisti e copywriter professionisti.

La grande novità della piattaforma DaoSquare, infatti, è l’integrazione di un market-place di contenuti – cosiddetta “piazza editoriale” – in cui editori e brand hanno accesso a un archivio di contenuti editoriali originali che possono acquistare se in linea con le proprie campagne, oppure commissionarne di nuovi. La revenue spetta agli autori, i professionisti della comunicazione che popolano la nostra rete, che in questo modo guadagnano attraverso ciò che sanno fare meglio: scrivere.

Con l’introduzione del servizio DaoSquare, DaoNews diventa un ecosistema composito dell’informazione di qualità:

daosquare_solo

DaoMag: che raccoglie e pubblica in tempo reale i migliori contenuti della rete blogging di DaoNews,
• DaoNews.com: per sostenere giornalisti e blogger nell’impegno di valorizzare i propri contenuti portandoli
all’interno di una community popolata e internazionale;
• DaoSquare: perché editori e brand promuovano le proprie campagne sul web attingendo ai contenuti editoriali scritti ad hoc dai professionisti della rete DaoNews;

Le fasi di progettazione, implementazione e testing del progetto DaoSquare hanno richiesto mesi di lavoro, e sono il risultato di un ancora più lungo e approfondito studio dei cambiamenti nel mondo dell’editoria.
La rivoluzione digitale, infatti, ha trasformato radicalmente il modo di “fare comunicazione”: attraverso le infinite possibilità della rete, la produzione di notizie si è aperta a due miliardi di nuovi attori-cittadini del mondo, a loro agio con le tecnologie e con i Social Network.

«È proprio in un sistema inondato dall’informazione che editori, giornali e i brand più autorevoli sono chiamati a puntare sulla qualità dei contenuti, arricchendo i propri progetti con professionalità e competenze sempre più complesse e specifiche», commenta Marco Melis, Amministratore delegato e cofondatore di DaoNews.

Continua a leggere
[addtoany]

Startup Europe Partnership: un sostegno dall’UE

Startup Europe Partnership (SEP) è una piattaforma che nasce con lo scopo di aiutare e stimolare la nascita e lo sviluppo delle startup nel vecchio continente. L’obiettivo è quello trovare e aggiudicarsi finanziamenti a livello mondiale.

E’ la realizzazione di una delle sei azioni per lo sviluppo dell’imprenditoria web che sono indicate nella comunicazione della Commissione Europea, “2020 Piano d’azione per l’imprenditorialità” (Commissione europea, 2012). Le principali finalità del SEP sono: stimolare gli studenti universitari ad avviare un progetto d’impresa prima di laurearsi, preparare i laureati ad un mercato diverso, stimolare gli investimenti dei privati e delle istituzioni in startup, condividere le migliori pratiche di avvio, ridurre il gap culturale e diffondere e promuovere gli esempi virtuosi. Il fine della partnership è che le imprese europee, gli atenei e  gli investitori si facciano promotori e protagonisti attivi di questo processo (grazie a partnership commerciali e investimenti aziendali strategici). C’è un  vero e proprio manifesto alla base dell’iniziativa:  “Manifesto per l’imprenditoria & l’innovazione per sostenere la crescita nell’UE”.

Alla guida del progetto Startup Europe Partnership c’è la Mind the Bridge Foundation, una fondazione non profit che ha sede in Italia e negli USA, con il supporto di Nesta (fondazione del Regno Unito), e Factory, campus per startup a Berlino. Vi sono  poi partner accademici tra cui Cambridge University, IE Business School, la tedesca HIIG Berlin, gruppi bancari, grandi società telefoniche e il supporto istituzionale della Investment Fund/Gruppo Banca europea per gli investimenti.

Continua a leggere
[addtoany]

Regione Toscana: voucher per i giovani interessati al coworking

Il bando che ha preso il via recentemente, nell’ambito del Progetto Giovanisi, volto a dar vita a un elenco qualificato di soggetti in grado di fornire spazi di coworking e supportare con voucher i giovani interessati ad approfittare dell’iniziativa, entra nella seconda fase, ovvero quella della concessione dei contributi.

Come previsto dal bando regionale, in virtù della disponibilità di risorse intorno ai 200mila euro, sono concessi a giovani toscani voucher individuali per pagare l’affitto della postazione di lavoro all’interno delle strutture che aderiscono al progetto. Le somme concesse individualmente non possono superare il tetto dei 2mila euro per un massimo di 12 mesi (tutto ciò che eccede tale cifra tocca al richiedente).

Le domande possono essere inoltrate a cominciare dal 27 novembre 2014. Tutti i dettagli dell’avviso pubblico sono pubblicati sul sito della Regione Toscana.

Anche DaoCampus è presente all’interno del database ufficiale delle strutture toscane che offrono spazi di coworking. Vi aspettiamo!

Continua a leggere
[addtoany]

Regione Toscana: opportunità e strumenti per startup

La Regione Toscana ha messo a punto diverse misure per favorire lo sviluppo delle pmi. Tra queste ce ne sono alcune che riguardano in particolare le startup, con bandi che usciranno tutti intorno alla metà di dicembre, e saranno presentate durante un tour informativo che toccherà le principali città toscane. Eccone un assaggio…

Start up house stanzia circa 2 milioni di euro per aiuti (nella misura dell’80% dell’investimento ammissibile) per la realizzazione di strutture attrezzate per attività d’impresa da reperire con l’adeguamento di locali di enti pubblici.

Microcredito startup house, invece, mette a disposizione 5 milioni per favorire l’accesso al microcredito (per importi dai 5 ai 15 mila euro) di giovani imprenditori fra i 18 e i 40 anni. A dicembre è atteso inoltre il bando per l’assegnazione di voucher (fino ad un massimo di 15 mila euro) a favore degli aspiranti imprenditori che si insediano nelle startup house (500 mila euro).

I voucher microinnovazione, infine, sono stati concepiti per micro e piccole imprese che ne possono fare richiesta (per interventi del costo fra i 10 e i 50 mila euro) per l’acquisizione di servizi qualificati, allo scopo di aumentare competitività e capacità innovativa.

DaoCampus, oltre a tenere informate le startup residenti su tutte le opportunità da cogliere a livello di incentivi e finanziamenti, offre tutto il supporto necessario per la partecipazione ai bandi suddetti e a quelli a venire, attraverso un apposito servizio di consulenza.

Continua a leggere
[addtoany]

Smart&Start: in arrivo nuovi incentivi per le startup

E’ attesa a breve la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo Decreto MISE che porterà importanti novità per gli incentivi a favore delle startup.

Le domande possono essere inoltrate secondo le regole stabilite dal precedente decreto (DM 6 marzo 2013), non oltre le ore 24:00 del giorno di pubblicazione in Gazzetta del nuovo provvedimento ministeriale.

Il nuovo Smart&Start porterà con sé circa 200 milioni di euro e riguarderà tutto il territorio nazionale. A poterne beneficiare saranno le  “startup innovative” (ovvero quelle inserite nella sezione speciale del registro delle imprese della Camera di Commercio).  con progetti d’impresa che prevedano spese, tra investimenti e gestione, comprese tra 100 mila e 1,5 milioni di euro.
I progetti, oltre ad avere un forte contenuto tecnologico e d’innovazione nell’ambito della new economy, potranno puntare alla valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata.

Il nuovo decreto prevede finanziamenti a “tasso zero” fino ad un massimo del 70% del costo del progetto. E potrà arrivare all’80% se l’azienda ha una compagine interamente costituita da giovani o donne o se tra i soci c’è un ricercatore che rientra dall’estero.
Alle startup localizzate nel Mezzogiorno e nel territorio del Cratere Sismico Aquilano è concesso di restituire solo l’80% del prestito, con ciò godendo in pratica di una componente a fondo perduto.

Tutti i dettagli arriveranno con la Circolare Esplicativa che il Ministero emanerà successivamente alla pubblicazione in Gazzetta: come ad esempio, le modalità di accesso e la data di apertura dello sportello del “nuovo Smart&Start”.

 

Continua a leggere
[addtoany]

Startup innovative, è boom: +120% nel 2014

Italia Startup e gli Osservatori Digital Innovation della School of Management del Politecnico di Milano hanno presentato la seconda edizione del progetto “The Italian Startup Ecosystem: Who’s Who”.

Dallo studio risulta che la galassia delle giovani imprese hi-tech si amplia di anno in anno: il numero delle startup innovative è più che raddoppiato, con un aumento del 120% dal 2013 (1227) al 2014 (2716), con le startup finanziate che crescono del 74%.

La ricerca mostra per il 2013 un incremento del 15% degli investimenti complessivi (di investitori istituzionali, business angel, family office e venture incubator) in startup. In valore assoluto siamo ancora lontani da altri paesi, come ad esempio Francia e Germania o Regno Unito che investono molto di più, ma anche in confronto alla Spagna, che immette nel settore il doppio delle risorse.

Quest’anno gli investimenti dovrebbero calare e attestarsi sui 110 milioni di euro, a causa in buona parte della  chiusura dei fondi con target di investimento sul Mezzogiorno d’Italia.

Al contempo però vi è da sottolineare la nota lieta dell’aumento degli investimenti fatti da soggetti non istituzionali – business angel, family office, acceleratori e incubatori: questa tipologia di investitori è in costante crescita da un paio d’anni, e attualmente pesa per il 50% sul totale.

[Nella foto, Andrea Rangone, Coordinatore Osservatori Digital Innovation Politecnico di Milano Consigliere di Italia Startup]

 

 

Continua a leggere
[addtoany]

DaoCampus, l’incubatore di buone idee ufficialmente al via

logo2Ci siamo. DaoCampus si presenta. L’evento avrà luogo nell’ambito dell’Internet Festival di Pisa, con la collaborazione dell’associazione culturale sarda “G. Deledda“, e sarà ospitato domenica 12 ottobre, a partire dalle 18:00, dal Caffè Letterario Volta Pagina (via San Martino, 71/73).

Non solo un incubatore di start up. Più di un semplice spazio di co-working. Una a vera e propria community di professionisti del web.  Questo è DaoCampus e ha scelto di puntare su Pisa.

Si tratta di un incubatore di giovani aziende, ma soprattutto di buone idee. E’ uno spazio di lavoro condiviso, ma principalmente è un luogo di scambio, relazione e arricchimento personale e professionale. Se si ha un progetto di business sul web e si cerca l’ambiente per svilupparlo, DaoCampus offre una possibilità. Così come rappresenta la soluzione per chi, libero professionista, free lance o creativo, cerca un luogo stimolante in cui lavorare e confrontarsi.

Lo spazio fisico che ospita la community professionale, bello e attrezzato, si trova a due  passi dal centro città, all’interno di un complesso architettonico moderno e funzionale. La struttura comprende: uffici singoli, che assicurano massima riservatezza e tutti i comfort; l’open-space per le postazioni di co-working che offre libertà di azione e opportunità di collaborazione e arricchimento di conoscenze; il Business Meeting Lounge, ovvero la sala riunioni, ampia e piacevole, perfetta per proficui incontri di lavoro.

Ma non è finita. DaoCampus ritiene fondamentale, che le buone intuizioni abbiano gambe solide, per cui punta molto sull’affidabilità dei propri servizi di consulenza, che abbracciano tutti gli ambiti: legale, fiscale, contabile, finanza e controllo, technology, project managment, ecc.  Senza dimenticare tutta l’offerta di training, con corsi che spaziano dal project managment all’internet security, dal web marketing alla comunicazione efficace, dal controllo di gestione agli aspetti legali. Solo per citarne alcuni.

Maggiori informazioni su www.daocampus.com.

Continua a leggere