Blog

Home/Notizie/PNI 2017: i vincitori della XV edizione e le loro idee innovative

PNI 2017: i vincitori della XV edizione e le loro idee innovative

Al termine di due giorni intensi di presentazioni e pitch, la più grande business plan competition d’Italia a mettere in rete ricerca, impresa e finanza ha decretato i suoi vincitori. La finale del PNI 2017, svoltasi gli scorsi 30 Novembre e 1° Dicembre per la sua XV edizione, ha visto vincitore assoluto la Ocore, startup siciliana che ha studiato una nuova tecnologia di stampa robotica 3D.

Il riconoscimento, istituito nel 2003 dall’Associazione Italiani degli Incubatori Universitari-PNICube, è stato conferito a Napoli presso l’Università Federico II, promotrice dell’iniziativa insieme a Campania New Steel.

In sole 48 ore si sono messe in campo le idee provenienti dalle 65 migliori startup finaliste – che hanno partecipato e vinto le 17 competizioni regionali (StartCup) che coinvolgono 46 università e incubatori associati, oltre a numerose istituzioni, a cui sono arrivati ben 2.768 neoimprenditori, per un totale di 1.031 idee d’impresa e 531 business plan presentati.
A giudicare le idee di questi giovani talenti, una giuria composta da 28 esperti e professionisti del mondo dell’impresa, della ricerca universitaria e del venture capital. I criteri utilizzati per decretare i vincitori si sono basati su originalità dell’idea imprenditoriale, realizzabilità tecnica, interesse per gli investitori, adeguatezza delle competenze del team, attrattività per il mercato.

I partecipanti al PNI 2017 hanno disputato per 4 premi settoriali di 25mila euro ciascuno: Cleantech&Energy promosso da IREN, ICT offerto da PwC, Industrial sponsorizzato da FS Italiane, Life Science sostenuto da Clinic Center.

Il tutto per un montepremi complessivo di circa di 1,6 milioni di euro. Di questi, oltre 600mila euro in denaro, mentre circa 1 milione di euro erogati in servizi offerti dagli Atenei e dagli incubatori soci di PNICube.

La Ocore, in quanto vincitrice assoluta, si è aggiudicata un ulteriore riconoscimento di 25mila euro da reinvestire nelle proprie attività hi-tech, messo in palio da FS Italiane. E ha garantito all’istituzione accademica di provenienza la Coppa Campioni PNI.

Chi sono i vincitori del PNI 2017

Al primo posto assoluto, premio settore Industrial, la Ocore (StartCup Sicilia) ha presentato un progetto per rivoluzionare l’industria manifatturiera realizzando componenti di grandi dimensioni attraverso la stampa 3D e la tecnologia robotica, attraverso l’utilizzo di materiali compositi polimerici avanzati. L’obiettivo è quello di semplificare i processi produttivi e ridurre i costi di produzione.

Il premio Cleantech&Energy (miglioramento della sostenibilità ambientale) è andato alla Bettery (StartCup Emilia Romagna), che ha sviluppato e brevettato una batteria liquida, a base di litio e ossigeno, più leggera e con una durata 5 volte superiore rispetto a quella delle normali batterie in commercio.

Premio ICT (tecnologie dell’informazione e dei nuovi media) assegnato invece alla Ermes Cyber Security (StartCup Piemonte Valle d’Aosta): la startup, grazie ad algoritmi brevettati basati su machine learning, big data e intelligenza artificiale, ha ideato una soluzione in grado di bloccare completamente gli attacchi informatici e di assicurare una protezione totale di ogni singolo dispositivo.

Infine, il premio Life Science (miglioramento della salute delle persone) se lo è aggiudicato la RY Goldzip (StartCup Calabria), startup ideatrice di una crema, contenente principi attivi tratti dalle Cipolle Rosse di Tropea IGP Calabria, in grado di cicatrizzare le ulcere di qualsiasi tipo e natura nel giro di pochi giorni, e senza richiedere l’applicazione di antibiotici o antinfiammatori.

Accanto ai quattro premi principali, il PNI 2017 ha visto l’assegnazione di due Menzioni e diversi premi speciali.
In particolare, una Menzione speciale “Social Innovation” – per il miglior progetto di “Innovazione Sociale”, definita in base ai relativi criteri espressi dalla normativa per le Startup Innovative – assegnata alla Vince IF’s ICT for Families (StartCup Veneto), ed una Menzione speciale “Pari opportunità”, istituita con l’obiettivo di favorire l’imprenditorialità femminile, assegnata a HoMoLoG e SIXXI Factory, entrambe provenienti dalla StartCup Lazio.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet