Blog

Home/Notizie/Innovazione e imprese italiane

Innovazione e imprese italiane

Le imprese italiane guardano con sempre maggiore interesse all’innovazione, ritenuta ormai punto cardine di qualsiasi strategia o piano di crescita e sviluppo.
A dimostrare questo crescente impegno c’è l’aumento stimato tra l’1,8% e l’1,9% del budget che il 36% delle aziende italiane dedicheranno all’ICT nel 2018, con particolare interesse per Big Data Analytics, Dematerializzazione e sistemi ERP.

Questi dati sono stati rilevati dalla ricerca degli Osservatori Digital Transformation Academy e Startup Intelligence del Politecnico di Milano, presentata durante il convegno dal titolo “Corporate Entrepreneurship e Open Innovation: innovare con un occhio alle startup!”.
Sono stati intervistati più di 270 tra Chief Innovation Officer e Chief information Officer italiani per fotografare lo stato dell’innovazione nel nostro Paese.

Come la digital transformation influisce sull’innovazione

Con lo sviluppo delle tecnologie digitali, si sta trasformando anche il modo in cui le imprese adottano e costruiscono modelli di collaborazione più nuovi e agili. Sfruttano soprattutto l’Open Innovation e la partnership con realtà fino ad ora poco utilizzate, come, ad esempio, le startup: il 38% delle aziende italiane collabora già con le startup mentre il 28% delle aziende ha avviato processi sistematici di open innovation.

“I trend di crescita nell’innovazione digitale accelerano per il 2018 anche in Italia” commenta Mariano Corso, Responsabile Scientifico dell’Osservatorio Digital Transformation Academy che aggiunge: “Gestire efficacemente l’innovazione digitale significa ripensare l’organizzazione nel suo complesso, dalle strutture ai processi fino ai meccanismi di coordinamento.”

E proprio la gestione dell’innovazione digitale risulta essere ancora un processo faticoso per la maggior parte delle imprese italiane soprattutto per cause interne alla loro organizzazione.
Il 39% delle aziende riscontra difficoltà soprattutto per quanto riguarda lo sviluppo di strutture, ruoli e meccanismi di coordinamento per la gestione dei processi di innovazione digitale che coinvolgono le diverse direzioni aziendali.
Per il 33% dei casi la principale necessità è quella di reperire, valutare e sviluppare le competenze digitali mentre per il 29% delle aziende lo scoglio principale è il coinvolgimento dei dipendenti nei processi di innovazione.

Nella maggior parte delle imprese, comunque, sta crescendo la consapevolezza della necessità di strutturarsi con gerarchie, team e competenze diverse rispetto al passato per rispondere in maniera efficace e competitiva alle sfide di un mercato in sempre più veloce evoluzione.

Le startup

In questo fermento, le startup giocano un ruolo importante, rappresentando spesso la chiave per l’innovazione anche per le aziende già strutturate.

Infatti il 38% delle imprese italiane ha già collaborazione attive con le startup, di cui il 7% sono consolidate da più di tre anni e si stima che tali collaborazioni siano cresciute dell’8% rispetto allo scorso anno.

Le startup collaborano che le aziende secondo diverse modalità: per il 54% dei casi sono solo fornitori, ma già il 37% delle imprese ha all’attivo partnership di valore più consistente con le giovani aziende innovatrici.

Le startup, dunque, rappresentano una sorta di miniera dell’innovazione a cui attingere per avere un ricco bacino di idee, strumenti e competenze.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet