Blog

Home/Notizie/Il Digital Manager, professionista emblematico di questo momento storico. La parola a Raffaele Belli

Il Digital Manager, professionista emblematico di questo momento storico. La parola a Raffaele Belli

L’ambito digital, oggi come oggi, non è più un bacino in cui tentare la fortuna: gli italiani online aumentano, di anno in anno, in maniera esponenziale e di conseguenza anche gli investimenti in pubblicità su web. La rete è quindi un mercato a sé , con le sue logiche e le sue strategie.

Ecco, allora, farsi strada la figura del Digital Manager, professionista che – grazie al suo lavoro – riesce a guidare la crescita del business aziendale trasformandone la strategia. E lo fa sfruttando il potenziale delle nuove tecnologie digitali, così da raggiungere il target dell’azienda esattamente nel luogo in cui trascorre buona parte del proprio tempo, ovvero online.

Il Digital Manager, perciò, unisce forti capacità manageriali a conoscenze specifiche delle tecnologie e degli strumenti digitali.

Abbiamo chiesto a Raffaele Belli, giovane Digital Manager che da circa 10 anni lavora per cercare nuove soluzioni strategiche nel digitale, di raccontarci la sua esperienza diretta e spiegarci in che modo affronta le sfide quotidiane che la sua professione riserva.

 

Salve Raffaele. Lei è un esperto di Strategie Digitali e già da tempo aiuta le aziende a ridisegnare e ad affrontare con successo il percorso di Digital Transformation. Qual è stato, però, il suo percorso? Come si è avvicinato alla professione di Digital Manager?

Ho iniziato la mia attività lavorativa nell’azienda di famiglia, fondata nel 1962: una tipografia industriale diventata, in pochi anni, leader nel settore della stampa. Nel corso del tempo, abbiamo lavorato per grandi aziende (Enel – Xerox -Tim) e Pubbliche Amministrazioni su tutto il territorio Nazionale.

Nel 2012, dopo 50 anni di attività, a fronte di difficoltà di vario genere – mancati pagamenti da parte delle PA clienti, ma anche e soprattutto un declino vero e proprio del settore – abbiamo dovuto, purtroppo, arrenderci all’evidenza e chiudere l’azienda.

Posso dire, senza alcun problema, che siamo stati investiti dall’evoluzione delle tecnologie digitali e non siamo stati in grado di ripensare nei giusti tempi il nostro modello di Business.

Personalmente mi occupavo di Digitale già dal 2008, nel settore del Document Management e delle App Mobile. Ma la chiusura della mia azienda ha fatto nascere in me un pensiero fisso: come posso aiutare le aziende a capire quando ripensare il proprio Business e renderle competitive, nell’era digitale?

Ho deciso di approfondire la materia e, grazie ad un Dottorato di Ricerca in Management, sono riuscito a studiare ed analizzare in maniera puntuale, per capire come il digitale stava cambiando interi settori e come le aziende potevano usare metodi o strategie per trasformarsi.

 

Lei ha creato, in questi anni, il suo personalissimo metodo, grazie al quale riesce a definire la strategia digital opportuna per ciascun tipo di azienda con cui si trova ad operare. Può spiegare come è nato e, in linea generale, quali sono i punti essenziali del “Metodo Belli”?

Il “Metodo Belli” nasce sia dalla mia esperienza nel Digitale e nella ricerca scientifica sia dalla conoscenza approfondita di come funziona una PMI e di quali sono i principali ostacoli culturali, organizzativi e manageriali per affrontare un cambiamento così importante e avere successo.

Solitamente, le Imprese che affrontano la costruzione di una strategia digitale fanno 3 errori principali:

  • Si focalizzano sul fare investimenti in tecnologia (sito internet, app mobile, e-commerce);
  • Si lanciano sul Marketing digitale (aprendo un profilo Facebook – Linkedin – Instagram);
  • Non hanno una chiara, definita e condivisa strategia digitale.

Il mio Metodo è stato progettato per dare una risposta consapevole e rapida ad una serie di interrogativi, che partono dal comprendere come si sta evolvendo il settore specifico, al ripensare i servizi/prodotti offerti e a come l’azienda sarà in grado di affrontare le trasformazioni in atto, anche in termini di costi.

È costituito da sette quadranti (Evoluzione del mercato, Digital Positioning, Esperienza digitale, Tecnologia, Sistemi di Marketing, Governance digitale, Pianificazione economica), in ciascuno dei quali vengono definite le scelte strategiche che contribuiscono, nel complesso, a costruire la strategia digitale.

 

E oggi? Dov’è focalizzata la sua attività?

Oggi ricopro il ruolo di Associate Partner in yourDIGITAL.

In yourDIGITAL utilizziamo il Metodo Belli per disegnare e realizzare la migliore Strategia Digitale custom per i nostri clienti.

Lo svolgimento del Metodo avviene mediamente in full immersion di 2-3 giornate in cui, insieme ad almeno due Partner yourDIGITAL, si incontrano l’imprenditore ed il management dell’azienda. Questi momenti sono finalizzati all’analisi del contesto digitale attuale dell’Impresa e all’elaborazione di una Strategia Digitale condivisa e ben delineata.

Scritto da

The author didnt add any Information to his profile yet